Ospiti provenienti dalle Scuole di danza più prestigiose d'Italia animeranno un incontro sulla crescita professionale.

 Gli artisti racconteranno la propria esperienza professionale e lavorativa. Attraverso aneddoti ed avvenimenti, sveleranno i segreti di quella grande sfida con se stessi che anticipa la competizione sul palco.
Chi è riuscito nell'impresa di concretizzare il proprio sogno trasformandolo in una vera e propria attività si troverà a tu per tu con le domande del pubblico.

Ogni singola vita caratterizza infatti una #storiadidanza e coloro che saranno presenti potranno trarre spunti interessanti per misurarsi con le proprie ambizioni, superare con successo le difficoltà e raggiungere quelle soddisfazioni che la danza può offrire.

Stefano Fardelli, è danzatore, coreografo, insegnante e direttore artistico di EurAsia Dance Project International Network.
 Tra le sue collaborazioni l'Opera di Berlino, BBc e The Place (Uk), Opera Reale Filandese, Les Gens d’Uterpan, English National Opera, Benedetta Capanna.
Protagonista di corti e mediometraggi in Italia e Uk, nel 2010 lavora per il regista di Hollywood Mike Figgis e nel 2014 debutta al Cinema tra i protagonisti del nuovo film del regista Stefano Tummolini. 
 Lavora come modello in Italia, Inghilterra e ballerino per televisioni, pubblicità e videoclip internazionali.
 Insegna come docente ospite per accademie professionali, compagnie, teatri, festival in tutta Europa, tra cui il The Place di Londra, ed in Asia.

 Gentian Doda originario di Tirana, inizia a ballare presso il Teatro Nazionale dell’Opera e del Balletto di Tirana.
 Tra le collaborazioni: Maurice Béjart, ed ancora Ohad Naharin, William Forsythe, Jirí Kylián, Orjan Anderson, Mats Ek e Wim Vandekeybus.  Lavora presso il Teatro Statale di Opera e Balletto dell’Azerbaigian, il Teatro Arena di Verona, il Balletto di Parma, la compagnia di Victor Ullate, la Compañía Nacional de Danza e lo Staatsballet Berlin.
 Dal 2005 al 2010 è coreografo della Compañía Nacional de Danza di Madrid. Nel 2011 vince il primo premio dei concorsi di coreografia di Copenhagen e Hannover e il premio Scapino per la produzione. Realizza opere per il New York Choreographic Institute, lo Scapino Ballet, la Compañía Nacional de Danza di Santo Domingo, lo Staatsballet Nürnberg, il Gärtnerplatztheater e il Teatro Massimo di Palermo.
Ha creato This silence per la Juilliard School di New York e Was bleibt, in scena sul palco della Komische Oper di Berlino.